mercoledì 9 novembre 2011

No alle unioni dei Comuni si alle convenzioni fra Comuni!

La Federazione Civica, nell'ottica di valutare con attenzione le ottimizzazioni delle strutture comunali, si mostra di nuovo sensibile di fronte allo scenario conseguente al varo della nuova manovra finanziaria dell'agosto 2011. “Oggi siamo alla vigilia di importanti trasformazioni: associare le funzioni fondamentali dei Comuni è una svolta storica che ci carica di responsabilità.
Proprio per verificare le strade percorribili e con l' obiettivo di sviscerare questa circostanza, la Federazione Civica promuove e interviene al Convegno che si terrà a Castelnuovo di Val di Cecina – Pisa - fortemente voluto dal Sindaco Alberto Ferrini della locale lista civica, il giorno 10 novembre 2011 a partire dalle ore 16 presso la sala del Centro Polifunzionale”
Dal direttivo della Federazione Civica si fa sapere: “Mantenere un livello efficiente dei servizi, come pure razionalizzare il funzionamento degli stessi realizzando apprezzabili economie è una sfida da raccogliere; ma dal modo con il quale agiremo dipenderà il futuro dei nostri Comuni nonché l’ autonomia e l'identità delle Comunità che abbiamo il dovere e il diritto di difendere come valore irrinunciabile della stessa democrazia.
Rispetto ad un indirizzo che nella nostra Regione sembra prevalere, quello delle Unioni dei Comuni, in altre Regioni italiane sta prevalendo, invece, la scelta delle Convenzioni, anche in considerazione della particolarissima situazione politica che ci espone a continui e repentini cambiamenti a livello normativo.
 Per queste ragioni, con l’ intento di dare un’ informativa puntuale ai cittadini, come pure per creare un momento di confronto tra amministratori, abbiamo raccolto la disponibilità di Franca Biglio, Presidente dell’ Associazione nazionale piccoli Comuni, per organizzare un convegno ove potremo conoscere le iniziative di ANPCI e i risultati delle trattative in corso con il Governo, a seguito dell’ istituzione di un importante tavolo di confronto tra l’ ANPCI stesso e l’ Esecutivo

Nessun commento:

Posta un commento